titoloGIRO DEL MONDO IN BARCA A VELA

 

SALVADOR DE BAHIA

 

 

Nel 1501, il navigatore Amerigo Vespucci dopo una traversata Atlantica di 67 giorni, scopre la baia de Todos os Santos e Salvador diventerà la prima capitale del Brasile.

Bahia è lo stato del Brasile dove si può trovare tracce della cultura africana,la religione, la musica, la cucina tipica, la danza e le feste popolari. La sua capitale Salvador ha conservato il meglio del suo passato coloniale,attraverso i suoi monumenti, le sue chiese (sono 365) e la sua tradizione. Oggi è un importante scalo turistico e culturale.

Salvador con i suoi 2,5 milioni di abitanti si divide in tre parti:

La citta Bassa, La città Alta e il lungo mare.

 

       
Ad accoglierci troviamo il Terminal Nautico di Bahia (CENAB) fondato nel 1994 situato a due passi dal centro storico e turistico della città.
       
       
Da qui tutti i giorni partono barche e traghetti per le diverse località nella baia de Todos os Santos.
       

Restiamo al Terminal per tutto il mese di gennaio godendoci le comodità della vita in porto tra le quali la possibilità di avere internet in barca.

Tra un lavoro di manutenzione e l`altro giriamo la città con tutti i suoi quartieri.

       

La prima sera, appena sbarcati dalla traversata, andiamo a mangiarci un piatto di carne nel ristorante del Terminal. Abbiamo sognato questo momento per 16 giorni!

La prima cosa che scopriamo del Brasile è la grande varietà della sua frutta gustosa e saporita. Seguono i suoi succhi di frutta che sono una vera e propria spremuta fresca!

Laranja, Pinha, Umbo, Acerola, Abacaxi, Melancia, Manga, Goiaba, Maracuja.....

       

 

Nella città Bassa troviamo il Mercato Modelo che in passato era il mercato coperto adibito alla vendita degli schiavi.

Oggi è un grosso mercato di artigianato e souvenir per i turisti. Affollato e colorato merita di essere visto senza fare compere perchè i prezzi sono davvero molto alti.

       
       

Proprio di fronte al Mercato Modelo si trova l`Elevador Lacerda un imponente ascensore che in pochi secondi ci porta nella città Alta (60 metri circa).

Da qua sù possiamo vedere tutta la baia. Un panorama mozzafiato!

       
       

Eccoci arrivati nella città Alta dove si trova il centro storico della città: Pelourinho.

Nella piazza principale troviamo la grande Basilica e la chiesa di Sao Francisco.

       
Questo quartiere è un insieme armonioso di vecchie dimore coloniali, ristoranti dalle belle facciate color pastello ed edifici secolari.
       

 

Le strade sono pieni di ristoranti e negozi di artigianato locale e souvenir.

Il Berimbau è uno strumento tradizionale, con una pietra piatta si batte una corda di acciaio tesa su un arco di legno sulla quale è fissata una mezza zucca.

Quadri dai colori vivaci ricoprono intere vie.

 

       
       

In piazza si possono assistere ad esibizioni di artisti o di Capoeira.

La Capoeria è una tradizonale danza di battaglia afrobrasiliana. Gli schiavi la imparavano come tecnica di lotta nelle piantagioni. I tamburi ritmano la danza, i cantori incitano i danzatori e il suono mistico del berimbau dona al ballo una nota spirituale.

       
       

Tutti i martedì sera qui a Pelourinho c`è la festa in piazza dove si possono mangiare spiedini di carne e di formaggio, l`acaraje (tipico piatto bahiano), bere caipirinha e ovviamente ballare a tempo di musica.

Lungo le vie ragazzi marciano suonando i tamburi a ritmo fossenato. Suonano e danzano nello stesso tempo. Trasmettono pura energia.

Non ci perdiamo un solo martedì.

       
       
       

 

La citta Alta è piena di poliziotti che mantengono l`ordine e allontanano le tante persone che chiedono l`elemosina ad ogni angolo (soprattutto bambini).

Le persone più povere della città si dedicano alla raccolta delle lattine.

       
       

La città Bassa ha un quartiere chiamato Commercio che è sede di negozi ed uffici. Lungo le strade sono numerosi gli ambulanti che vendono caffè, frutta, apparecchi elettronici, musica, bibite e panini.

Gustiamo il COCO GELO, un cocco ancora verde con il suo latte fresco e dissetante. Con tre colpi di macete e una cannuccia il cocco è subito servito!

In questa zona sono numerosi i ristoranti al kilo, una sorta di self service dove viene pesato il piatto e paghi pochi real al kilo.

       
       

Il nostro quartiere preferito della città Bassa è San Joaquim dove si trova il vero mercato della città.

Ci torniamo più volte.

       

Questo immenso mercato è assolutamente da vedere per i suoi colori, i suoi profumi,i prodotti e naturalmente per le persone che lo animano.

       
       
       
Qui si trovano una moltitudine di prodotti regionali, piante, spezie, frutta e verdura, carne, artigianato, sculture, oggetti di ogni sorta.
       
       
       

Ci perdiamo nelle sue strette vie fino ad arrivare all`agghiacciante reparto macelleria dove la carne e le frattaglie sono esposte all`aria e agli insetti mentre il sangue cola dal bancone.

Impossibile respirare. Una puzza fortissima ci obbliga ad allontanarci velocemente.

Indimenticabile!

       
       
       

Le nostre gite per la città e i suoi diversi quartieri le facciamo a piedi o prendendo gli Unibus (pulman che girano la città e la periferia in lungo e in largo).

Osvaldo nel suo girovagare per la città diventa presto un esperto dei diversi circuiti dell`unibus. Sarà la nostra guida.

Questi mezzi, con amortizzatori inesistenti, sono spesso lanciati a folli velocità che tra frenate e curve rendono il viaggio come un giro sulle montagne russe.

Un pomeriggio lo passiamo tutto su un bus facendo da un capolinea all`altro!

       

Calçada è un quartiere povero vicino a Sam Joaquim dove si possono trovare negozi di articoli elettrici, elettronici, meccanici e molto altro ancora.

Io e Michele lo percorriamo a piedi per due giorni alla ricerca di un filtro per il motore! Lo troveremo alla Casa do Filtro.

       
       
       

La parte della città che si affaccia sull`oceano è quella più lussuosa piena di palazzi, centri commerciali, bar e ristoranti alla moda.

Sono molti i quartieri che sfilano lungo il litorale: Barra, Ondina, Rio Vermelho, Itapua, Costa Azul....

Qui siamo a Barra con il suo faro e una delle più belle spiagge della città.

Nel fine settimana la spiaggia si riempe di famiglie brasiliane che mangiano e bevono birra godendosi questo mare meraviglioso.

 

       
       

Osvaldo trova un negozio che vende il formaggio usato negli spiedini di cui siamo golosissimi.

È un picere gustarli comodamente in barca dopo averli abrostoliti ben benino.

       
       

Itapua è un quartiere tranquillo con una spiaggia enorme, pulita e poco affollata.

L`ultimo giorno di Osvaldo in Brasile lo festeggiamo mangiando un delizioso gelato di Açai (frutto energizzante ed eccitante).

       

Dopo un bagno in un acqua azzurra e calda ci beviamo una birra fresca in un bar sulla spiaggia.

Brindiamo a noi, alla traversata e al rientro del nostro mitico compagno di viaggio!

Grazie Osvaldo

       

 

 

Indietro

Home Barca equipaggio Diario di bordo Fossile Vivente Letture news Curiosità grazie Contatti

Home Page

Torna alla home page

Barca

Tutte le informazioni e le foto della barca

Equipaggio

Chi alla guida di Coelacanthe? Le informazioni sull'equipaggio

Il diario di bordo

Il diario di bordo di Coelacanthe

Il progetto

Coelancathe un progetto: scoprine la storia e il futuro

Il fossile vivente

Coelacanth, il fossile vivente

Le letture

I nostri consigli per leggere

Le nostre gallerie fotografiche

Una bella carrellata di immagini

Le news

Notizie, aggiornamenti e informazioni da Coelacanthe

Le curiosita

Cosa strane, curiose e buffe

I contatti

Come comunicare con Coelacanthe

Tante grazie a ...

Tante grazie a ...

Le nostre foto

Guarda le nostre foto ...